S.S. 18 Tirrena Inferiore - Battipaglia, SA | 07:00 - 20:00

Il nostro blog

La ricotta di bufala è un formaggio?

Quando si parla di ricotta di bufala, fresco latticino a pasta molle perfetto sia da mangiare a sé che da utilizzare in diversi tipi di preparazioni dolci e salate, molti chiedono se si tratti o meno di un formaggio.

Nonostante venga comunemente consumato sulle nostre tavole e impiegato in tante ricette, le perplessità su questo prodotto non sono poche, anche al livello di dati nutrizionali.

La mozzarella di bufala è un formaggio?

Formaggi e latticini: qual è la differenza?

Bisogna innanzitutto fare un distinguo tra formaggio e latticino, perché in realtà si tratta di due termini che indicano prodotti caseari diversi, anche perché il rispettivi processi di produzione sono differenti.

Il formaggio è il prodotto caseario ricavato da latte (intero o scremato) e dalla crema, attraverso la coagulazione, con l’aggiunta di sale e fermenti. Invece i latticini non si ottengono tramite la coagulazione (o cagliata) acida o presamica della caseina, ovvero la proteina più importante del latte fresco.

La ricotta è l’esempio classico del latticino, in quanto si ottiene dalle proteine del siero di latte, cioè dalla parte liquida che si separa dalla cagliata durante la caseificazione, cioè a dire i residui della produzione del formaggio.

Come si fa la ricotta di bufala?

Ricotta di bufala: valori nutrizionali

In linea generale, i latticini come la ricotta sono meno grassi e più digeribili dei formaggi.

Una porzione da 100 grammi di ricotta di bufala contiene 170 calorie, 14 grammi di grassi, 1,5 g di carboidrati e 0, 6 g di proteine.

Per questo motivo, la ricotta di bufala può essere mangiata con moderazione senza farsi tanti problemi.

Due ricette leggere e veloci con  la ricotta di bufala

La ricotta di bufala è perfetta sia per essere mangiata da sola, come un fresco secondo piatto, oppure per ricette sia dolci che salate. Qui ve ne proponiamo due, una salata e una dolce, appunto, per cercare di accontentare tutti i palati.

Come si fa la pastiera napoletana: ingredienti, ricetta, procedimento

Cheesecake light ai frutti di bosco

Questa alternativa fresca e leggera alla classica cheesecake è perfetta per il periodo estivo ma anche quando si ha voglia di un dolce che sia goloso ma non troppo calorico.

Ingredienti (per 4 persone):

  • 200 gr di ricotta di bufala
  • 200 gr di  yogurt magro (tipo greco)
  • 50 grammi di zucchero al velo
  • circa 10 biscotti secchi (al malto o ai cereali)
  • 200 grammi di frutti di bosco a scelta (possibilmente freschi)

Preparazione

Foderare una pirofila o una teglia dal diametro di circa 20 cm con della carta forno. Disporvi sul fondo i biscotti secchi.

Mischiare la ricotta, lo yogurt e lo zucchero con delicatezza, in modo da ottenere una crema liscia e soda.

Versare la crema sul fondo di biscotti, aiutandosi con una spatola per versarla in maniera uniforme e rendere liscia la superficie. Lasciarla freddare in frigo per almeno un’ora prima di servirla; prima di tagliarla a fette, decorarla con i frutti di bosco precedentemente lavati e asciugati.

Omelette leggera con ricotta di bufala

L’omelette leggera con ricotta di bufala è una alternativa più light alla classica omelette, perché per prepararla si utilizzano soprattutto chiare d’uovo. Può essere una cena gustosa ma anche una colazione alternativa, per chi gradisce il salato.

Ingredienti  (per 1 omelette)

  • 1 uovo
  • 100 ml di albume d’uovo
  • 50 gr. di ricotta di bufala
  • un ciuffo di prezzemolo o basilico
  • sale, pepe, olio qb

Preparazione

In una terrina non grande, sbattere l’uovo e il bianco assieme con un pizzico di sale, aiutandosi anche con una frusta. Il composto dovrà essere spumoso e morbido. Unire la ricotta, mescolando piano dal basso verso l’alto, quindi il prezzemolo e il basilico tritati ed il pepe.

Far scaldare poco olio in una padella antiaderente. Versarvi il composto e, una volta che sarà cotto sul fondo, rigirare l’omelette piegandola in due, lasciarla cuocere qualche altro minuto e servire ben calda, magari con un’altra spruzzata di foglie di prezzemolo e basilico per guarnire.

 

Leggi anche: come si conserva la ricotta di bufala

 

Comments

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi